Gravidanza: cosa è consentito fare e cosa no

I novi mesi che precedono la nascita di un figlio sono considerati il periodo più bello per una donna che, ovviamente, stia vivendo una gravidanza in piena salute. Molte donne diventano ansiose e paurose di tutto, altre sembrano non curarsi affatto della propria condizione, altre ancora la vivono come un momento di esaltazione e di forza, si sentono invincibili. Ogni donna vive la gravidanza a seconda del proprio carattere, ma ricordiamoci che ogni situazione è a sé, che il corpo reagisce per ogni donna diversamente.

In questo articolo parliamo di gravidanze non a rischio e ricordiamo sempre che ogni donna deve consultare il proprio medico, qui vogliamo solamente dare dei consigli (già conosciuti dalla maggior parte) e stupirvi, magari, con piccoli suggerimenti.

CIBO: l’alimentazione in gravidanza è un tema delicato e sul quale i medici negli ultimi anni si sono abbastanza allineati consigliando di non prendere eccessivamente peso e di farlo gradualmente, di non credere al detto “mangia per 2” e di evitare cibi che possano mettere a rischio di toxoplasmosi (per chi risulta negativo al test). Scegliere alimenti freschi e possibilmente di agricoltura biologica, cuocere bene carne e pesce, evitare insaccati crudi, bere molta acqua; astenersi dal fumo e dall’alcool e limitare caffè e sale . Per approfondimenti potete leggere il nostro precedente articolo scritto dalla nutrizionista Dott.ssa G. Tamburrano

VIAGGI: nei primi 3 mesi di gravidanza se non si hanno rischi e non si soffre di nausee si possono affrontare viaggi in macchina, in treno, in traghetto (brevi tragitti), soprattutto in aereo, dove le vibrazioni sono molto poche. Dal settimo mese, consultare il proprio medico per avere il nulla osta su viaggi troppo lunghi in traghetto o in treno; infatti alcune compagnie di trasporto via mare non consentono alle donne incinta senza permesso medico di imbarcarsi dal settimo mese di gravidanza. Da metà dell’ottavo mese invece la maggior parte delle compagnie aeree non consentono l’imbarco di donne incinta.

SPORT: l’attività fisica è importante, soprattutto per chi l’ha sempre fatta, ma alcune discipline sportive sono sconsigliate, soprattutto nei primi 3 mesi dove si è a rischio di aborto. Camminare fa sempre bene, senza esagerare, nuotare anche è consigliato, lo yoga o il pilates sono sport “mamma friendly” soprattutto i corsi specifici per donne in gravidanza.

FARMACI: i farmaci sono un capitolo a parte e devono essere somministrati esclusivamente dal vostro medico curante che saprà dirvi esattamente quelli che sono gravemente dannosi e quelli tollerati; ovviamente tutto nel rispetto della salute sia della donna che del bambino. La maggior parte dei farmaci è vietata o fortemente sconsigliata, tranne eccezioni come il paracetamolo, ma, come dicevamo prima, ogni gravidanza è a sé e deve essere seguita da uno specialista. A volte anche i farmaci omeopatici sono sconsigliati, perciò chiedete sempre prima di assumere qualsiasi farmaco. Su questo sito troverete la lista degli eccipienti indicati o meno durante la gravidanza e l’ allattamento http://www.farmaciegravidanza.gov.it/

LAVORO: fino all’ottavo mese di gravidanza se sta andando tutto per il meglio e il vostro lavoro non è basato sullo sforzo fisico, si può continuare normalmente a lavorare. Le lavoratrici dipendenti, le lavoratrici a domicilio in regola, le lavoratrici iscritte alla Gestione Separata INPS e non pensionate, tenute però a versare il contributo con l’aliquota maggiorata prevista dalla legge per finanziare le prestazioni economiche di maternità, hanno diritto al congedo di maternità per 5 mesi (2 precedenti al parto e 3 dopo il parto). Su questo link troverete maggiori informazioni https://www.inps.it/nuovoportaleinps/default.aspx?itemdir=50586

BENESSERE E BELLEZZA: molte donne in gravidanza si sentono goffe, ovviamente diverse, vedono il proprio corpo mutare e si spaventano, altre vanno fiere delle loro pance e si sentono più belle di prima. In questo paragrafo vogliamo darvi dei consigli per coccolarvi e sentirvi in armonia con il vostro corpo e la vostra mente. Fare un bel massaggio rilassante o linfodrenante soprattutto sulle gambe, senza andare a stimolare la pancia, è consentito e anzi, a volte consigliato. La SPA con sauna e bagno turco invece è meglio evitarla, a causa del troppo calore e del rischio di abbassamento della pressione sanguigna. Farsi la tinta e le unghie con prodotti specifici non dannosi per la salute del feto si può fare, ma bisogna prestare molta attenzione e chiedere consiglio agli esperti; alcune donne soprattutto nei primi 3 mesi di gravidanza non si fidano e evitano di fare trattamenti che potrebbero essere dannosi, noi vi consigliamo di rivolgervi agli specialisti, in quanto ci sono molte soluzioni alternative non nocive per il vostro bambino. La comparsa di smagliature durante i nove mesi è molto probabile, dipende certo dal tipo di elasticità della vostra pelle, ma ricordatevi che prevenire è sempre meglio che curare, perciò dal primo mese usate olii e creme adatte per contrastare le smagliature e vedrete che i risultati si vedranno. I farmacisti sapranno indicarvi i prodotti testati e considerati non nocivi.

Infine vivete la gravidanza come un momento di grande serenità e gioia, se sta andando tutto bene, procedete con la vita che facevate prima, uscite con il vostro compagno, ritagliatevi momenti di intimità, condividete momenti con le amiche e gli amici, ricordatevi che siete più forti di prima non più deboli.

Parlate sempre con il vostro medico di fiducia, usate il buon senso e auguri a tutte voi con grande affetto!

Anex

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *